SUPERBONUS 110%

INTERVENTI “TRAINANTI” E INTERVENTI “TRAINATI”

Decreto Rilancio eleva al 110% l’aliquota di detrazione delle spese sostenute dal 1 luglio 2020 al 30 giugno 2022 per alcuni specifici interventi di efficientamento energetico ed efficientamento sismico di edifici ad uso residenziale.

Gli interventi definiti TRAINANTI che permettono di accedere al Superbonus sono:

  • interventi di isolamento termico sugli involucri (+ del 25% della superficie totale dell’involucro)
  • sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale sulle parti comuni di condomini
  • sostituzione di impianti di climatizzazione invernale sugli edifici unifamiliari o sulle unità immobiliari di edifici plurifamiliari funzionalmente indipendenti
  • interventi antisismici: la detrazione già prevista dal Sisma bonus è elevata al 110% per le spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021.

Gli interventi definiti TRAINATI di cui viene elevata l’aliquota al 110%, se effettuati contestualmente ad un intervento trainante, sono:

  • interventi di efficientamento energetico
    • sostituzione infissi
    • installazione collettori solari
    • acquisto e posa in opera di schermature solari
  • installazione di impianti solari fotovoltaici
    • installazione contestuale o successiva di sistemi di accumulo integrati
  • infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici

N.B. Qualora si opti per l’applicazione del Sisma Bonus al 110%, esso è trainante solo per gli interventi di installazione di impianti solari fotovoltaici e   installazione di sistemi di accumulo integrati.

REQUISITI DEGLI INTERVENTI AMMESSI AL SUPERBONUS

I requisiti necessari per gli interventi ammessi al Superbonus 110% sono:

  • Esistenza del fabbricato (per l’individuazione dei limiti di spesa, vanno considerate le unità immobiliari censite in Catasto all’inizio degli interventi edilizi e non quelle risultanti alla fine lavori)
  • Presenza di un impianto di riscaldamento, funzionante o riattivabile con un intervento di manutenzione, anche straordinaria
  • Miglioramento di almeno due classi energetiche dell’edificio, ovvero, se non possibile in quanto l’edificio è già nella penultima (terzultima) classe, il conseguimento della classe energetica più alta

MOTIVI DI ESCLUSIONE

I principali motivi di esclusione dal beneficio sono:

  • Abusi Edilizi (in misura superiore al 2% alle misure previste nel titolo abilitativo)
  • Pratiche di Ecobonus contestuali
  • Incapacità a produrre reddito del dichiarante
  • Edificio esistente non riscaldato (senza la possibilità di dimostrare la presenza di un impianto anche non funzionante)
  • Edificio in corso di costruzione
  • A1, A8 e A9
  • Demolizione ricostruzione con modifiche di sagoma o volume in zone vincolate paesaggisticamente e nei centri storici

PER MAGGIORI INFORMAZIONI

Società Tra Professionisti
Elena Zoccarato, Giuliano Muzzi & C.
Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia Padova
Sezione Speciale n. 0006

Via Ghiacciaia 22 - Santa Giustina in Colle - PD - Italia
Tel. +39 0499300296 - Fax. +39 0499321618
mail: info@jeeqqu.com - Pec: jeeqqu@pec.it
P.Iva 05264690289 Cod. Univoco: X2PH38J


© Copyright 2021